C.I.D.
C.I.D.

C.S.A.In.
Pagina Profilo di ASS.GRUPPO FOLK BUSACHI BELLA MIA
ASS.GRUPPO FOLK BUSACHI BELLA MIA

Informazioni gruppo

ASS.GRUPPO FOLK BUSACHI BELLA MIA
via Gramsci 9
c/o Loddo Maria, via Brigata Sassari 282
09082
BUSACHI
OR
Sardegna
Cordella Lino
-
340 2398582
-
-
...

Presentazione gruppo

L’Associazione gruppo folk “Busachi bella mia” nasce come tale ai primi del 2002, ma da sempre presente come gruppo. Impossibile infatti datare la prima uscita sui palchi e nelle piazze della Sardegna mentre si può risalire al primo viaggio effettuato nella penisola, intorno al 1948 al festival di Agrigento. Da questo si può dedurre che Busachi sia stato tra i primi paesi della Sardegna ad aver fatto ammirare i suoi balli e i suoi costumi fuori dall’isola.

Il nome dell’associazione è stato ispirato dai primi versi di una canzone che così recita:

“A sa moda de Busachi bella mia,

dduas esinas faghente unu soddu

a chie non tene trigu molled’oggiu

mancari sia’ chena ddu prugare…” 

“Come fanno a Busachi, o bella mia

Due monete da cinque centesimi ne fanno una da dieci

Chi non ha grano macina orzo

Anche senza averlo ripulito…” 

Tra le principali attività dell’associazione vi è sicuramente il ballo, caratteristico e unico per il passo (sequenza di movimento dei piedi) e per melodia. Questa particolarità fa si che siano pochi i suonatori di organetto che conoscono bene tale melodia e di conseguenza siano in grado di accompagnare il gruppo nella danza. Le esibizioni del gruppo sono principalmente legate alle feste patronali nei paesi dell’isola, alle manifestazioni di carattere folklorico a livello provinciale e regionale (Sagra del Redentore a Nuoro, sfilata per S. Efisio a Cagliari, Cavalcata Sarda a Sassari), alla partecipazione a programmi televisivi sulle tradizioni della Sardegna presso le emittenti regionali (Videolina, Sardegna 1), alla rappresentanza delle tradizioni popolari presso circoli, nazionali ed esteri, di emigrati sardi, alle manifestazioni di beneficienza per la promozione di solidarietà e ricerca (Telethon, ADMO, SLA). 

I balli che solitamente vengono eseguiti nelle piazze sono: SU BALLU DE ‘USACHE, SU PASSU TORRAU, S’ANNANZA, SU BALLU LESTRU o BRICCHIDDI e S’ORROCCIADA, accompagnati dal suono dell’organetto diatonico.

In generale il ballo è particolarmente composto, dove uomo e donna danno luogo ad evoluzioni e coreografie molto belle ed eleganti. Particolarmente ne “su ballu”  e ne “su bricchiddi” (quest’ultimo più veloce) è messa in evidenza la bravura del ballerino, che con i suoi virtuosismi, da fondo a tutta la sua esperienza, cercando di strappare più applausi possibile. La donna, invece, in un ballo particolarmente composto, mostra la sua bravura e la sua esperienza, assecondando i movimenti del suo compagno.

Più impegnativa e faticosa risulta l’esecuzione de “s’annanza”, dove l’uomo, con un frenetico passo, detta i ritmi e i movimenti della coppia.

“Su passu torrau”, ballo più tranquillo e meno impegnativo dal punto di vista fisico, mostra tutta la sua bellezza nella serietà e sobrietà della coppia e nella esecuzione sincronizzata della coreografia.

S’orrociada”, infine, a differenza dei balli precedentemente descritti, è l’unico in cui uomo e donna ballano separati. Nel virtuosismo dei passi e nell’incessante roteare delle gonne, uomini e donne si inseguono disegnando sul pavimento un “8”, che è anche l’unica coreografia possibile per questo ballo. 

La salvaguardia delle tradizioni popolari del paese di Busachi viene esaltata anche nella valorizzazione e riproposizione degli abiti tradizionali che vengono indossati da uomini e donne dell’associazione durante tutte le manifestazioni.

Particolarmente ricca è la gamma degli abiti della nostra tradizione: variabili per occasione (abito da sposa, di gala, festivo, quotidiano, da vedova), per decorazioni e per variazioni cromatiche quello femminile, più sobrio e bi-cromatico (prevalenza di bianco e nero) quello maschile. La gamma degli indumenti va da capi di fattura recente a capi datati anche oltre cento anni, generalmente posseduti per donazione o per eredità familiare. 

L’originalità e fedeltà dei nostri abiti è testimoniata nella storia da citazioni di molti scrittori, dalla costituzione di un museo permanente del costume e del lino. Ma in particolar modo essa è affermata nelle tele che il pittore Filippo Figari realizzò tra gli anni 1912 e 1915 per conto del Comune di Cagliari e raffiguranti “Il matrimonio Sardo”, avendo scelto di rappresentare l’abito di Busachi. Esse sono esposte presso la Sala dei Matrimoni del Comune di Cagliari. 

Nell’ambito della valorizzazione degli abiti tradizionali dei paesi della Sardegna, l’associazione è stata protagonista (per la descrizione e posa fotografica degli abiti) nella realizzazione di una collana di libri edita dal quotidiano regionale L’Unione Sarda dal titolo “Gioielli e Costumi della Sardegna”, riportanti le immagini e la descrizione minuziosa di abiti, singoli capi e gioielli indossati dalla tradizione dei singoli paesi (2008).

Alcuni componenti del gruppo sono stati coinvolti, come modelli, anche nella realizzazione di un libro sul costume di Busachi (2009).

Immagini gruppo

Immagine 1
Immagine 2
Immagine 3
Immagine 4
You are here:   HomeGruppiASS.GRUPPO FOLK BUSACHI BELLA MIA
| + -