Gruppi Associati
ASSOCIAZIONE FOLKLORISTICA SANTU PREDU Profile Page
ASSOCIAZIONE FOLKLORISTICA  SANTU PREDU

Informazioni gruppo

ASSOCIAZIONE FOLKLORISTICA SANTU PREDU
Piazza Salvatore Satta 3
Piazza Salvatore Satta 3
08100
NUORO
NU
Sardegna
Corrias Alessandra
-
349 1324846
-
-
...
-

Presentazione gruppo

  • CHI SIAMO

L’ASSOCIAZIONE FOLKLORISTICA “SANTU PREDU” nasce nel 1973, su iniziativa di un gruppo di giovani cultori di tradizioni sarde e nuoresi nello specifico.

Santu Predu è il nome dall’antico nucleo della città, dal quale si sviluppò poi il villaggio medievale di Nugor; Santu Predu è oggi il rione storico nel quale il sodalizio ha la sede sociale sin dalla sua fondazione, immagine e testimonianza di un saldo attaccamento alle proprie radici.

Il mantenimento degli usi e dei costumi, dei valori antropologici e della loro divulgazione, sono gli scopi principali che l’Associazione si è prefissata, attraverso la sua poliedrica attività. Attività articolata per mezzo delle componenti del Gruppo di Ballo e del coro a Tenore.

 

  • COSA SIAMO                   

Le danze della Sardegna sono considerate tra le più ricche ed interessanti d’Italia e del bacino mediterraneo. È l’altro aspetto distintivo del folklore sardo, con origini risalenti al periodo più ancestrale della civiltà isolana. Dietro alla sua imperante forma circolare, vi è un profondo significato che lascia intuire l’origine sacrale del ballo. Peculiarità basilare di queste danze è la compostezza nei movimenti, affiancata alle vibrazioni prodotte esclusivamente dal tronco e dagli arti inferiori.

Per ragioni storiche, di collocazione e di ruolo del capoluogo, Nuoro, centro di frontiera tra Logudoro e Barbagia, è stata, da sempre, una cittadina soggetta ad influssi provenienti dalle più disparate aree dell'Isola. I balli che attualmente sono patrimonio folkloristico dei Gruppi nuoresi, sono in gran parte espressione del folklore provinciale, nati dall’esigenza del primo Gruppo Folk ENAL -provincia di Nuoro- di divulgare il patrimonio del circondario: su ballu tundu, su passu torrau, su dillu e sa danza. Nonostante ciò, è necessario riconoscere ed attestare a Nuoro la tipicità del ballo chiamato attualmente “tundu” nel capoluogo stesso e “su nugoresu” (il nuorese-del paese di Nuoro) nei paesi del circondario.

I balli possono essere eseguiti con l’accompagnamento del canto monodico o del coro a tenore, dell’organetto diatonico (s’organeddu) o dall’armonica a bocca (su sonette).

I Tenores sono la forma di canto più antica e caratteristica riguardante la Sardegna. Riconosciuta “Patrimonio dell’Umanità” dall’UNESCO nel 2005, proprio per la sua specificità millenaria, ha nella Barbagia e nel Nuorese naturale bacino di divulgazione, e l’unione delle sue quattro voci (boche – bassu – contra – mesu_boche) presenta nella variante di Nuoro singolarità e virtuosismi unici e consolidati. Il repertorio nuorese varia fra diversi tipi di melodie: a sa seria o isterrias (canto serio e malinconico ); a ziradas (variante del canto a sa seria attraverso un ritmo più sostenuto); a boch’e ballu (eseguito per accompagnare il ballo); e inoltre: sos muttos (canto di sonetti d’amore, di saluto, satirici, ecc.). Di particolare interesse anche i canti del periodo natalizio e pasquale, nonché le laudi ai Santi venerati in Sardegna: sos gosos.

 

  • COME CI PRESENTIAMO

I componenti del gruppo indossano, nelle loro esibizioni, l’antico costume di Nuoro.

Il sistema di vestiario femminile e maschile, che più diffusamente e frequentemente viene indicato come "costume di Nuoro", è una variante ricca e festiva dell'abbigliamento nuorese del tardo Ottocento. Da evidenziare la peculiarità del costume femminile, nel quale convivono diverse varianti, ciascuna per i differenti momenti della vita: quello da sposa, da vedova, da lutto, per tutti i giorni, ecc.

 

  • COME VIVIAMO

Il sodalizio è parte integrante dell’Associazione Tenores Sardigna, con un incarico di Consigliere nel Consiglio di Amministrazione della stessa.

Svolge da sempre attività di collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Nuoro nell’organizzazione dei vari eventi culturali cittadini e, sin dalla sua nascita, organizza i festeggiamenti per N.S. del Rosario (Ottobre), antica festa agropastorale di devozione religiosa.

Importante appuntamento annuale (29 Giugno) è la realizzazione della Rassegna “Tenores a Santu Predu”, ideata per omaggiare sia il “Principe degli Apostoli” che un antico rione fortemente saldo nelle sue tradizioni. La manifestazione rappresenta un interessante incontro fra cultura letteraria e Tenores e le danze accompagnate dal loro canto.

Il 2014 ha visto la conclusione delle manifestazioni (programmata nell'arco di un intero anno) legate al quarantennale della fondazione, con l'evento "4 SANTU PREDU FOLK - La Scena degli Altri": un dovuto confronto con tante altre realtà culturali che, come noi, hanno fatto del legame con la propria terra un modo di vivere e di interagire, tra i quali Officina Zoé (Salento), Attrachju (Corsica), Etnias (Sardegna).

Nel 2013 ha progettato e curato la realizzazione dell’evento “Sonos e Mastros… suoni e suonatori dell’Isola di Sardegna”: rassegna etnomusicologica di tutti gli strumenti musicali della tradizione sarda, correlata dal convegno di studi tenuto dal prof. Gian Nicola Spanu docente del Conservatorio e dell’Università di Sassari.

Nel 2012 ha progettato e curato la messa in scena dell’evento “Cantos pro unu Contu… le melodie tradizionali nell’annuncio della Buona Novella” con la collaborazione di altre realtà musico-tradizionali della Sardegna.

Nel 2011 ha organizzato la Rassegna Musicale “Mastros de Organeddu” all’interno dell’evento “Mastros in Nugoro – Autunno in Barbagia”.

Nel 2004, nella ricorrenza dei trent’anni dalla prima esibizione, è stato organizzato il Festival “ETNOS – la scena degli altri”. L’evento, articolato nell’arco di più giornate, ha visto l’intervento di artisti e studiosi di fama internazionale provenienti dal bacino del Mediterraneo.

Nel 1999, insieme ad altri gruppi musicali etnici internazionali, ha collaborato con lo studioso etno-musicista bretone Sig. Erik Marchand. Tale impegno si è concretizzato nel 2001 con la realizzazione di un lavoro discografico dal titolo “KAN”, distribuito dalla casa discografica B.M.G.

Nel 1998, la sezione “tenore”, ha realizzato il lavoro discografico “Sas Trattas de su Tempus”, riportando esclusivamente brani poetici della tradizione nuorese dell’ottocento.

Sin dalla sua fondazione, ha partecipato con successo e consenso di critica e pubblico a diversi festival e manifestazioni internazionali. Infine, sono numerosissime le sagre paesane e le varie rassegne di folklore della Sardegna cui il Gruppo ha partecipato; inoltre, richiamo rilevante va dato agli importanti appuntamenti culturali regionali come Sant’Efisio di Cagliari, la Cavalcata Sarda a Sassari, la Festa del Redentore di Nuoro, etc. alla quale il sodalizio continua a legare il suo nome.

Immagini gruppo

Immagine 1
Immagine 2
Immagine 3
Immagine 4