Gruppi Associati
G.F. SAN GIORGIO DI USINI Profile Page
G.F. SAN GIORGIO DI USINI

Informazioni gruppo

G.F. SAN GIORGIO DI USINI
Via Manno 11
Piazza Castello 4
07049
Usini
SS
Sardegna
Gavino Piras gavypiras@gmail.com
-
329 3307571
-
...
-

Presentazione gruppo

IL GRUPPO FOLK SAN GIORGIO 

Il gruppo nasce nel 1998 da un gruppo di ragazzi giovanissimi con lo scopo di valorizzare e salvaguardare la cultura popolare della nostra isola, del Logudoro e di Usini in particolare. Nasce col nome di “Gruppo folk Logudoro” ma nel 2001 si decise di cambiarlo in “Gruppo folk San Giorgio”, prendendo l'appellativo dall'omonima chiesa campestre sita nell'agro Usini.

La prima esibizione si svolse grazie alla collaborazione con il “Coro di Usini” e il gruppo folk di Ploaghe “Salvatore Manca” il 27 novembre del 1999 proprio in Usini. Le caratteristiche dell’associazione, oggi come allora, sono quelle della ricerca dei costumi, degli abiti antichi e di portare avanti la tradizione in Sardegna ed esportarla all'estero. Negli anni l'associazione ha avuto modo di crescere come una grande famiglia, coinvolgendo giovani,  bambini e le rispettive famiglie.

Il gruppo folk San Giorgio è in grado di garantire circa 60 minuti di spettacolo in totale presentendo tutti i suoi balli di repertorio.

Nel corso di questi anni, oltre ad esibirsi in numerose piazze della Sardegna in occasione di feste popolari, sagre e rassegne, è stato invitato a partecipare a diverse manifestazioni nazionali ed internazionali in rappresentanza della Sardegna e dell'Italia.

LA MANIFESTAZIONE “A MANU TENTA”

Nel 1998 l’Associazione culturale “Gruppo folk San Giorgio”ha dato il via a una manifestazione unica nel suo genere, che annualmente riunisce gruppi provenienti dalle più svariate Nazioni del Mondo.

Il nome della manifestazione “A manu tenta”, solitamente preceduto da “n. annos”

(dove "n." indica l’edizione del festival) viene dato a partire dalla decima edizione (2008),

a sottolinearne il messaggio: unire persone etnicamente e culturalmente popolazioni differenti

in segno di uguaglianza e fraternità.


Tuttavia sono molteplici le difficoltà nell'organizzare tale manifestazione infatti, oltre all'aspetto economico finanziario, risulta necessaria un'organizzazione che vede impegnate un gran numero di persone al fine di garantire la migliore ospitalità ai circa 200 componenti dei gruppi partecipanti e contestualmente offrire il miglior spettacolo ad un pubblico numerosissimo. La longevità della manifestazione, che nel 2014 arriverà alla sua 16° edizione è resa possibile grazie al forte legame tra i componenti del gruppo e tutti i suoi sostenitori. 
“A Manu Tenta” si svolge nello scenario di Piazza Europa in Usini, solitamente tra la seconda e la terza settimana del mese di Agosto. In questa occasione il paese si colora di festa grazie alla partecipazione dei gruppi ospiti che presentano i loro usi, danze e costumi.

Ogni anno i gruppi internazionali sono ospitati nelle strutture scolastiche concesse dal comune di Usini. La scuola è munita di una sala ristoro dove i gruppi nel periodo di pernottamento degustano piatti della tradizione tipica sarda. Il soggiorno dei gruppi ospiti ha una durata compresa tra i 10 e i 15 giorni. Questo periodo è vissuto da tutti i partecipanti con una grande intensità: immersi e coinvolti tra sfilate, danze e cerimonie. Le esibizioni dei gruppi ospiti insieme a quelle del Gruppo folk San Giorgio, raggiungono molteplici piazze sarde e questo conferisce ad “A manu tenta” l’appellativo di festival itinerante che collabora da 15 anni con altre associazioni folcloristiche sarde e altre amministrazioni comunali.

IL FESTIVAL NEGLI ANNI

Le prime edizioni della manifestazione (1999-2000) furono realizzate da un Gruppo folk San Giorgio costituito da elementi giovanissimi. Vennero organizzate con la presenza gruppi folcloristici regionali con un afflusso di visitatori che superava di poco le 500 persone. Si svolgeva nel mese di luglio e nello scenario dellaPiazza Castello” del comune.

Nel crescere, soprattutto grazie alla collaborazione con l'amministrazione comunale e la Pro Loco di Usini che vedeva tale manifestazione inserita nel contesto de “l'Estate usinese” e affiancata dalla già rinomata “Sagra de sos andarinos”, si è dovuto pensare ad aspetti logistici e organizzativi più importanti. Di seguito quindi, lo scenario è stato spostato nella Piazza Europa del comune, che avendo una superficie di oltre 1 ha, risultava più adatta alle esigenze di un pubblico che nella 15° edizione del 2013 ha raggiunto le 8.000 persone.

Dal 2001 la manifestazione mutò da festival rappresentante le tradizioni nazionali a festival internazionale ospitando gruppi da tutto il mondo e facendoli soggiornare come di seguito riportato:

  •  Anno 2001 gruppo San Pèire, ospitato presso colonia di San Pietro.
  • Anno 2002 gruppi provenienti da Romania e Sicilia, ospitati presso la colonia di Marriza.

  • Anno 2003 gruppi internazionali di Spagna e Polonia, ospitati al convento “Santa Tecla” a Nulvi.

  • Anno 2004 gruppi della Grecia e del Portogallo, ospitati presso l'istituto delle scuole medie del comune di Usini.

  • Anno 2005 gruppi folkloristici di Romania e Slovacchia, ospitati presso il palazzetto dello sport e nelle sedi concesse dal comune di Usini.

  • Anno 2006 gruppi della Bielorussia e della Repubblica Ceca, ospitati presso l'istituto delle scuole elementari del comune di Usini.

  • Anno 2007 gruppi della Bulgaria e della Colombia, ospitati presso l'istituto delle scuole elementari del comune di Usini.

  • Anno 2008 gruppi della Serbia e dell'Argentina, ospitati presso l'istituto delle scuole elementari del comune. Prima edizione in cui i gruppi partecipanti sono 5: oltre ai gruppi folk già citati sono ospiti del festival anche i gruppi provenienti da Messico, Mongolia, Filippine.

  • Anno 2009 gruppi della Colombia e della Polonia, ospitati presso l'istituto delle scuole elementari del comune. A questa edizione parteciparono inoltre i gruppi provenienti da Madagascar, Russia, Taiwan.

  • Anno 2010 gruppi del Cile e della Daghestan (Russia), ospitati presso l'istituto delle scuole elementari del comune. Oltre ad essi partecipano anche i gruppi provenienti da Sud Africa, Messico, Argentina.

  • Anno 2011 gruppi della Bielorussia e della Spagna, ospitati presso l'istituto delle scuole elementari del comune. Partecipano alla manifestazione i gruppi provenienti da Lituania, Serbia e Costa d'Avorio.

  • Anno 2012 gruppi della Serbia e dell'Ucraina ospitati presso l'istituto delle scuole elementari del comune. Partecipano inoltre i gruppi provenienti da Spagna, Senegal e Repubblica Ceca.

  • Anno 2013 gruppi della Slovacchia, Canada, Moldavia, Messico ospitati presso l'istituto delle scuole elementari del comune. Partecipano inoltre i gruppi provenienti da Russia, Serbia, Thailandia, Kenia.

ORGANIZZAZIONE LOGISTICA

I gruppi partecipanti al festival vengono ospitati nel complesso delle scuole elementari del comune di Usini. Le aule della scuola vengono adibite a dormitori con il posizionamento di letti e delle attrezzature necessarie per garantire il miglior confort. Nell’adiacente struttura della mensa scolastica il gruppo folk garantisce ai gruppi ospiti colazioni, pranzi e cene per tutto il soggiorno.

La piazza che ospita l'esibizione è la “Piazza Europa” della dimensione di oltre 1 ha.

SCAMBI E COLLABORAZIONI CULTURALI

Oltre ai legami di amicizia che nascono con i vari componenti dei gruppi ospiti, tale manifestazione garantisce da sempre uno scambio culturale tra il Gruppo folk San Giorgio e il resto del mondo. Grazie agli scambi, finalizzati all'esportazione della cultura e dei prodotti sardi nel resto del mondo, il gruppo oggi vanta un curriculum molto importante. Si riportano di seguito le esperienze più importanti avute al di fuori della regione Sarda negli anni:

  • - Anno 2000 Rimini
  • - Anno 2001 Sampeyre
  • - Anno 2002 Austria
  • - Anno 2003 Romania
  • - Anno 2004 Spagna
  • - Anno 2005 Portogallo
  • - Anno 2006 Slovacchia
  • - Anno 2007 Napoli
  • - Anno 2008 Cascia
  • - Anno 2009 Napoli
  • - Anno 2010 Polonia
  • - Anno 2011 Torino

VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI TIPICI

Usini, paese del vino, ricco di tante risorse agricole, porta avanti antiche tradizioni come la lavorazione della tipica pasta usinese “ sos Andarinos”, dei dolci tradizionali sardi, tra i quali “ sos Germinos”, olio, carciofi e altri prodotti tipici della tradizione agricola di del paese.

Risultano presenti ancora oggi forti le usanze tradizionali che il gruppo proprio nelle edizioni dei vari festival ha voluto valorizzare grazie alla collaborazione con la “Sagra de sos Andarinos” realizzata dalla pro loco e della fiera del prodotto Usinese organizzata dallo stesso gruppo.

TURISMO

Da sempre la manifestazione “A manu tenta” è stata di forte interesse turistico grazie a una campagna pubblicitaria che a partire dalle semplici locandine è arrivata alle pubblicazioni sui internet, sui maggiori quotidiani regionali, fino al 2012 quando è stata totalmente ripresa e mandata in onda dalle emittenti televisive Sardegna 1, Antenna 1 e Teleregione.

COINVOLGIMENTO BAMBINI E RAGAZZI

Da anni il gruppo coinvolge giovani e bambini infatti risulta presente al suo interno una sezione dedicata all'insegnamento delle tecniche di ballo.

Attualmente l'associazione svolge la propria attività presso i locali dell'ex-mà preso in affitto dal comune di Usini.

All'interno dell'associazione sono presenti la categoria giovani adulti (16 - 33 anni) e quella dei bambini (4 - 15 anni) oltre ai vari soci collaboratori e sostenitori. Si è cercato di creare grazie a progetti di scambio socio-culturali, esperienze che hanno dato e daranno ai componenti l'opportunità di espandere le loro conoscenze e di arricchire la propria mentalità socialmente e culturalmente.

Da Gennaio 2014 il gruppo svolge attività didattica presso la scuola elementare del comune di Usini con tre lezioni settimanali di ballo Sardo.

ABITO TRADIZIONALE DI USINI

Le caratteristiche del vestiario tradizionale usinese non si discostano molto da quelle tipiche degli abbigliamenti tipici dell'area logudorese del XIX secolo.

Il "costume" di Usini era pressoché analogo a quello di Tissi, Uri, Ittiri, Ossi, Putifigari e Villanova Monteleone, e il suo uso decadde negli ultimi anni del secolo scorso. Successivamente venne completamente abbandonato, tanto che, oggi, se ne conserva un tenue ricordo solamente grazie all'esistenza di preziosi capi originali gelosamente conservati dalle famiglie usinesi e per merito di utili testimonianze riportate in diversi scritti e in alcune illustrazioni dell'800.

Un importante contributo alla ricostruzione dell'abbigliamento tradizionale usinese fu dato in occasione della mostra sul Vestiario Popolare di Usini (1825 - 1900), allestita nel settembre 1987 nella chiesa di Santa Croce a Usini, e riportata interamente nelle sale del museo Sanna di Sassari, in occasione della Settimana nazionale per i beni culturali, nel dicembre dello stesso anno.

In quella duplice esposizione etnografica vennero posti alla visione del pubblico diversi esemplari di costume di Usini della seconda metà dell'ottocento, i quali vennero raccolti e restaurati grazie al contributo di singole persone sensibili all'argomento. Il tutto fu organizzato dal Gruppo Culturale Usinese che si avvalse dell'insostituibile apporto tecnico dei responsabili della sezione etnografica della Soprintendenza Archeologica di Sassari: G.Mario Demartis e Marisa Maura.

 

 

Immagini gruppo

Immagine 1
Immagine 2
Immagine 3
Immagine 4